Benvenuto sul portale SACERT
Sei il visitatore numero
784540

Utenti registrati: 19092
Certificatori abilitati: 3652
Certificatori SACERT: 285


 
 
 

Pubblicati i decreti attuativi della Legge 90/2013


Ieri sera il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato i decreti attuativi della Legge 90/2013 e che andranno a sostituire il DPR 59/2009 e il DM 26 giugno 2009.
Si rimane in attesa della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, ma si ritiene che i decreti oramai pubblicati dal MiSE non potranno subire più modifiche.
Crediamo che Vi sia gradita la possibilità di accedere ai link di fondo pagina per avere acceso ai decreti che modificheranno in modo sostanziale il lavoro dei Certificatori e dei Progettisti.
Sacert nel mese di Settembre organizzerà degli incontri formativi rivolti ai propri associati  per meglio chiarire l'attuazione della nuova normativa che avrà piena attuazione il 1 ottobre e il 1 gennaio 2016 per i nuovi edifici

 

DI SEGUITO IL COMUNICATO DEL MINISTERO:

Efficienza energetica negli edifici: tre nuovi decreti in arrivo

Mercoledì, 01 Luglio 2015

Italia si adegua alle norme europee

Il Governo va avanti sulla strada dell’efficienza energetica e mette in campo nuovi strumenti.

Con la firma del Ministro dello Sviluppo economico Federica Guidi e dei Ministri Delrio, Galletti, Lorenzin, Madia e Pinotti, acquisite le valutazioni e le intese della Conferenza Unificata, sono stati approvati nei giorni scorsi tre importanti provvedimenti che completano il quadro normativo in materia di efficienza energetica negli edifici.

Il primo decreto è volto alla definizione delle nuove modalità di calcolo della prestazione energetica e i nuovi requisiti minimi di efficienza per i nuovi edifici e quelli sottoposti a ristrutturazione. Un secondo decreto adegua gli schemi di relazione tecnica di progetto al nuovo quadro normativo, in funzione delle diverse tipologie di opere: nuove costruzioni, ristrutturazioni importanti, riqualificazioni energetiche.

Con il terzo decreto, sono state aggiornate infine le linee guida per la certificazione della prestazione energetica degli edifici (APE). Il nuovo modello di APE sarà valido su tutto il territorio nazionale e, insieme ad un nuovo schema di annuncio commerciale e al database nazionale dei certificati energetici (SIAPE), offrirà al cittadino, alle Amministrazioni e agli operatori maggiori informazioni riguardo l’efficienza dell’edificio e degli impianti, consentendo un più facile confronto della qualità energetica di unità immobiliari differenti e orientando il mercato verso edifici con migliore qualità energetica.

Con l’emanazione di questi provvedimenti si compie un passo importante verso l’incremento degli edifici ad energia quasi zero. Infatti, a partire dal 1 gennaio 2021 i nuovi edifici e quelli sottoposti a ristrutturazioni significative dovranno essere realizzati in modo tale da ridurre al minimo i consumi energetici coprendoli in buona parte con l’uso delle fonti rinnovabili. Per gli edifici pubblici tale scadenza è anticipata al 1 gennaio 2019.I tre provvedimenti, che saranno pubblicati a breve in Gazzetta Ufficiale, entreranno in vigore il 1 ottobre 2015 e consentiranno così all’Italia di essere completamente in linea con le direttive europee in materia.

Decreti e allegati

Decreto sull'applicazione delle metodologie di calcolo delle prestazioni energetiche e definizione delle prescrizioni e dei requisiti minimi degli edifici

 
       
       
       


ZEB Summer School

MANTOVA - 28 agosto - 8 settembre "ZEBBS - Zero Energy Buildings Summer School"  L’obiettivo della Summer School organizzata dal Dipartimento ABC del Politecnico di Milano è quello di costruire le basi conoscitive necessarie per confrontarsi con l’approccio sistemico, la progettazione integrata e la simulazione in regime dinamico, al fine di fornire le competenze richieste per la realizzazione di edifici ad energia zero, o quasi zero >>Programma e iscrizioni,


Cened+ 2.0 novità in Regione Lombardia

Novità sulla procedura di calcolo di Regione Lombardia Dopo la conferenza Stato-Regioni Regione Lombardia ha deciso di allinearsi alle prescrizioni introdotte dai decreti attuativi della Legge 90/2013 pubblicati sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico. Non ci sarà più una normativa di calcolo specifica regionale, la procedura di calcolo che sarà utilizzato dal nuovo software CENED+ 2.0 si baserà, quindi, sulle norme UNI TS 11300 e sui contenuti del DM Requisiti Minimi e delle Linee Guida per la certificazione. Il nuovo software verrà reso pubblico e disponibile in versione Beta a fine luglio 2015, durante il mese di agosto e settembre i consulenti di Regione Lombardia effettueranno dei test, per poter eliminare eventuali bachi di gioventù del software, in modo che sia perfettamente utilizzabile dei Certificatori abilitati da ottobre 2015 con l’entrata in vigore degli obblighi normativi. La nuova procedura di calcolo entrerà in vigore il 1 ottobre 2015 per la certificazione degli edifici esistenti. Si attenderà gennaio 2016 per i nuovi edifici: entreranno in vigore infatti, le regole sia per la certificazione che per la progettazione e per la redazione della relazione tecnica sul contenimento dei consumi energetici (L. 10/91). Da gennaio 2016 bisognerà tenere conto dei limiti di prestazione energetica derivanti dall’edificio di riferimento, così come richiesto dal DM Requisiti Minimi. Ulteriori novità per i Tecnici Certificatori Energetici: l’abilitazione avverrà in conformità al DPR 75 del 2013, quindi non sarà più necessaria la frequenza di un corso abilitante per alcune categorie di professionisti iscritti all'ordine. Rimane obbligatoria la formazione per i non iscritti ad ordine o collegio o per chi ha soltanto una parte di competenza derivante da titolo di studio (es. esperti solo sull’involucro oppure solo sull’impianto). Per chi è già iscritto negli elenchi di Regione Lombardia, il diritto di operare come Certificatore Energetico dovrebbe essere confermato da ciò che è previsto dal DPR 75/2013. Dal 1 gennaio 2016, a fronte di un anticipo voluto da Regione Lombardia con la Legge Regionale 7 del 2012, tutti gli edifici di nuova progettazione avranno le caratteristiche definite nZEB, a energia quasi zero. Cosa cambierà nell’approccio del certificatore a fronte di queste nuove regole? Sostanzialmente per il tecnico lombardo poco o nulla, si tratterà di valutare in più rispetto a quello che già si rilevava l’impianto di climatizzazione estiva e gli impianti di trasporto (ascensori, scale mobile e tapis roulant). La classificazione energetica non deriverà più da una scala fissa (come fin d’ora eravamo abituati), ma da un confronto con l’edificio di riferimento, che sarà in tutto e per tutto l’edificio da noi progettato ma con caratteristiche di prestazioni (trasmittanza e rendimenti) tabellati. La nuova Classificazione Energetica prevedrà 10 classi, da classe G a classe A1, A2, A3 e A4 con indicazione non soltanto dell’energia non rinnovabile consumata, ma da tutta l’energia complessivamente richiesta dall’edificio, rinnovabile e non rinnovabile, in modo da avere ben chiaro il comportamento energetico del fabbricato, del sistema edificio-impianto. Sacert nel mese di Settembre organizzerà degli incontri formativi rivolti ai propri associati per meglio chiarire l'attuazione della nuova normativa che avrà piena attuazione il 1 ottobre e il 1 gennaio 2016 per i nuovi edifici, con focus sull’utilizzo del software Cened+ 2.0


Convenzione SACERT-LOGICAL SOFT

SACERT ha stipulato una nuova convenzione molto vantaggiosa, dedicata ai soli Tecnici Certificatori iscritti a SACERT e agli abilitati, con Logical Soft.
>>SCARICA LA CONVENZIONE


Convenzione SACERT-EDILCLIMA

SACERT ha stipulato una nuova convenzione molto vantaggiosa, dedicata ai soli Tecnici iscritti a SACERT, con Ediclima.
>> Offerta dedicata agli iscritti a SACERT


PREMIO INNOVAZIONE AMICA DELL'AMBIENTE

Sono aperte le iscrizioni al "Premio Innovazione Amica dell'Ambiente", promosso da Legambiente come riconoscimento nazionale rivolto all´innovazione di impresa in campo ambientale. Viene attribuito a innovazioni di prodotto, di processo, di servizi, di sistema, tecnologiche e gestionali, realizzate o in stato di realizzazione avanzata, che abbiano dimostrato di contribuire a significativi miglioramenti orientati alla sostenibilità ambientale e che si segnalino per originalità e per potenzialità di sviluppo, anche in relazione alle specificità territoriali. Il bando si chiuderà il 2/3/2015.. >>Vai al bando


CTI CERTIFICA I PRIMI 7 SOFTWARE

Il 23 dicembre il Comitato Termotecnico Italiano ha certificato i primi 7 software per la certificazione energetica, tra cui Termolog Epix 5 di Logical Soft e EC700 di  Edilclima. Il 19 dicembre a Roma il CTI ha anche presentato il Rapporto 2014 sull'Attuazione della certificazione energetica in Italia.


DECRETI ATTUATIVI LEGGE 90

Dopo l’aggiornamento entrato in vigore il 2 ottobre delle norme UNI TS 11300, a breve (promessi entro l’anno 2014...) saranno pubblicati i decreti attuativi della Legge 90/2013 che cambieranno completamente i format e i contenuti dell'Attestato di prestazione energetica e della relazione progettuale (ex Legge 10). Leggi la Nota tecnica


NOVITA' PER GLI EGE

Sulla GU, serie generale n.165 del 18/07/2014, è pubblicato il decreto legislativo 4 luglio 2014 n. 102 di recepimento della EED 2012/27/UE. Il provvedimento è entrato in vigore dal 19 luglio 2014. Tra le misure previste, alcune riguardano gli EGE, in particolare in tema di Diagnosi Energetiche e Certificati Bianchi. In sintesi, gli EGE sono tra gli operatori individuati per condurre le diagnosi energetiche nella grandi imprese e nelle PMI energivore a partire dal 05 dicembre 2015. Inoltre gli EGE, a partire dal 20 luglio 2016, per poter continuare a condurre le diagnosi, hanno l’obbligo di certificarsi secondo la UNI CEI 11339. Infine, sempre a partire dal 20 luglio 2016, le aziende con energy manager, per continuare a partecipare al meccanismo dei TEE, dovranno nominare EM certificati secondo la UNI CEI 11339. (fonte: SECEM) >>Leggi tutto


LEGGE 3 AGOSTO 2013 n. 90

E' stata pubblicata sulla GU, la "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 4 giugno 2013, n. 63, recante disposizioni urgenti per il recepimento della Direttiva 2010/31/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 19 maggio 2010, sulla prestazione energetica nell'edilizia per la definizione delle procedure d'infrazione avviate dalla commissione europea, nonche' altre disposizioni in materia di coesione sociale". (GU n.181 del 3-8-2013)
Alcune novità rispetto al DL 63/2013:
- Art.2 lett.1-tricies: nuova definizione di impianto termico, il limite è 5 kW
- Art. 6 al punto 3-bis che reintroduce la nullità nel contratto di compravendita nel caso non sia allegato l'APE
- Art.13 che modifica l'art.17 (Clausola di cedevolezza)
- Art.14 è stato eliminato l'ultimo periodo del primo comma, quindi rientrano nella detrazione del 65% tutti gli interventi per i quali era possibile ottenere il 55% (incluso le pompe di calore)
- Art.17-bis requisiti degli impianti termici
>>Leggi Testo Legge 90/2013


Agenda